Il terminale SIP non si registra sul PBX

LA PRIMA COSA DA CONTROLLARE IN QUESTI CASI È L’ESATTEZZA DELLE CREDENZIALI DELL’UTENTE TRAMITE SUO PROFILO. ASSICURARSI INNANZI TUTTO CHE LA DIAGNOSTICA DEL PBX SIA ABILLITATA ED ABILITARE IL METODO CONNESSIONE DELL’INTERFACCIA SIP.
I parametri da controllare sono i seguenti:

  • Nome utente (username)
  • Password terminali SIP
  • Numero di Interno

Se necessario, reimpostare la password dei terminali SIP

gli altri paramenti da configurare si trovano nella configurazione dell’azienda e sono:

  • Dominio del PBX
  • Indirizzo IP del PBX
KB 6.5 diagnostica utente1
  • Una volta accertati questi dati, andare nel monitoraggio utenti, individuare l’utente che non si logga e cliccare sul pulsante (qui sotto evidenziato in rosso) per accedere alla diagnostica dell’utente.

    KB utente sloggato
    Nell’esempio della figura qui sopra, l’utente non ancora loggato né un terminale SIP (indicato con uno dei simboli devicesipdevicedectdeviceusb secondo il tipo di terminale) né una GUI (indicata con il simbolo account): a seconda dei casi potrà apparire l’icone della GUI o di un terminale. Dopo aver cliccato sul pulsante della diagnostica il PBX mostrerà la sezoien diagnostica: selezionare la Tipologia Connessione per evidenziare gli eventi relativi alla registrazione del terminale. Dopo l’applicazione del filtro la finestra risulterà la seguente:

    KB diagnostica1

    Se le credenziali di accesso sono errate si dovrebbe individuare la dicitura 403 Forbidden (come in figura). A questo punto sono sicuramente errati uno o più dei parametri indicati sopra.
    Analizzando il dump del REGISTER inviato dal terminale (cliccare sul simbolo dump close in corrispondenza del REGISTER che si vede dopo il messaggio “401 Unauthorized”, che il PBX invia al terminale per sfidarlo ad inviare a sua volta le credenziali criptate), si possono controllare (vedi ad es. qui sotto) alcuni delle credenziali, in particolare, lo username ed ildominio del PBX. Non è possibile visualizzare la password perché è criptata. Se invece fosse sbagliato l’indirizzo IP del PBX (impostato tipicamente sul terminale come Outbound Proxy), non si vedrebbe ovviamente alcun pacchetto.

    REGISTER sip:tscomm.it:5060 SIP/2.0
    Via: SIP/2.0/UDP 192.168.0.148:5062;branch=z9hG4bK1356166691
    From: “401” <sip:401@tscomm.it>;;tag=646194250
    To: “401” <sip:401@tscomm.it>;
    Call-ID: 1987747822@192.168.0.148
    CSeq: 2 REGISTER
    Contact: <sip:401@192.168.0.148:5062>
    Authorization: Digest username=”401″, realm=”voispeed”, nonce=”196360607″, uri=”sip:tscomm.it:5060“, response=”…bc3ac…”, algorithm=MD5
    Allow: INVITE, INFO, PRACK, ACK, BYE, CANCEL, OPTIONS, NOTIFY, REGISTER, SUBSCRIBE, REFER, PUBLISH, UPDATE, MESSAGE
    Max-Forwards: 70
    User-Agent: Yealink SIP-T46G 28.72.0.25
    Expires: 60
    Allow-Events: talk,hold,conference,refer,check-sync
    Content-Length: 0

    Nel dump è possibile osservare anche il tempo di scadenza del REGISTER comuncato dal terminale (Expires), il nome del terminale (User-Agent) il suo indirizzo IP (nel campo Contact). Spesso il valore del Register Expire è troppo elevato (di solito 3600 secondi) e ciò può causare disconnessioni del terminale.

No Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura