Sul messaggio audio riprodotto dal PBX sento un forte fruscio

Quando si creano file audio personalizzati per il PBX, occorre verificare se il software utilizzato (come ad es. Adobe-Aution) pone in coda ai file delle informazioni testuali (tipicamente in formato XML) che non sono campioni audio. Queste informazioni vengono comunque lette dal PBX e generano un fastidioso rumore (forte fruscio) quando la riproduzione è arrivata al termine.

Se dunque doveste sentire questo fenomeno aprite il file con un editor di testo evoluto (ad es. Notepad ++) e andate alla fine. Se notate codice leggibile in XML come ad esempio
<x:xmpmeta xmlns:x=”adobe:ns:meta/” x:xmptk=”Adobe XMP Core 5.3-c011 66.145661, 2012/02/06-14:56:27        “>
<rdf:RDF xmlns:rdf=”http://www.w3.org/1999/02/22-rdf-syntax-ns#”>
allora il file deve essere salvato con un’altra applicazione, come ad esempio Goldwave o Audacity, che taglia via queste informazioni.

Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura