Sul messaggio audio riprodotto dal PBX sento un forte fruscio

Quando si creano file audio personalizzati per il PBX, occorre verificare se il software utilizzato (come ad es. Adobe-Aution) pone in coda ai file delle informazioni testuali (tipicamente in formato XML) che non sono campioni audio. Queste informazioni vengono comunque lette dal PBX e generano un fastidioso rumore (forte fruscio) quando la riproduzione è arrivata al termine.

Se dunque doveste sentire questo fenomeno aprite il file con un editor di testo evoluto (ad es. Notepad ++) e andate alla fine. Se notate codice leggibile in XML come ad esempio
<x:xmpmeta xmlns:x=”adobe:ns:meta/” x:xmptk=”Adobe XMP Core 5.3-c011 66.145661, 2012/02/06-14:56:27        “>
<rdf:RDF xmlns:rdf=”http://www.w3.org/1999/02/22-rdf-syntax-ns#”>
allora il file deve essere salvato con un’altra applicazione, come ad esempio Goldwave o Audacity, che taglia via queste informazioni.

No Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura