Guida configurazione Terminali IP con VOIspeed Cloud

L’architettura di VOIspeed Cloud è simile a quella di una installazione VOIspeed 6 in un datacenter, ma le poche differenze sostanziali si riflettono nella configurazione dei terminali e dei gateway telefonici. I punti essenziali possono essere riassunti nei seguenti:

  1. I parametri relativi al dominio aziendale, l’outbound proxy e la porta di lavoro SIP vengono assegnati dal sistema e non possono essere cambiati. La porta di lavoro è quella utilizzata dal PBX e dovrebbe essere usata, quando possibile, anche da tutti i terminali e gateway. Lo scopo è quello di ridurre al minimo la probabilità di attivare l’ALG SIP presente nel router. Nell’esempio della figura sottostante i tre parametri sono rispettivamente mycompany.klmn, rigel.cluana.com e 5058;
  2. I gateway telefonici ISDN o FXO sono dietro ad un NAT, per cui devono effettuare la registrazione sul server con username e password, alla stessa stregua di un terminale telefonico;
  3. La porta 5060 non è più la porta di default, per cui quando si utilizzano carrier VoIP, tale porta va indicata in maniera esplicita nel campo proxy;
  4. Tra i codec audio di terminali e gateway deve essere sempre disponibile il G.729. Per garantire la massima qualità in ogni situazione, la priorità dei codec va impostata in ordine decrescente di qualità. Ad esempio: L16, PCMA, G.729 oppure G.722, PCMA, G.729.

schema cloud

PANNELLO DI CONFIGURAZIONE VOISPEED CLOUD
Nel pannello di configurazione di VOIspeed Cloud, facendo click sul menu Strumenti – Info config. verrà presentato un quadro riassuntivo come quello in basso dove, nella prima riga, sono indicati i tre parametri di configurazione indicati al punto 1). In particolare nella colonnaDominio sarà indicato il dominio aziendale; in Hostname PBX, l’outbound proxy; in Porta PBX, la porta UDP di lavoro. Tali parametri verranno utilizzati sia per la configurazione dei terminali telefonici, sia per i gateway telefonici che andranno a registrarsi sul PBX in cloud.

info config2

info config
 CONFIGURAZIONE DEI TERMINALI IP

La configurazione dei terminali IP o User Agent per VOIspeed Cloud è molto simile a quella relativa a VOIspeed 6. Illustriamo la configurazione per un telefono Polycom Soundpoint. Mutatis mutandis, la configurazione di un qualunque altro terminale SIP sarà del tutto equivalente.

Per l’impostazione della porta locale del telefono, bisognerà entrare nella sezione Impostazioni – SIP e configurare la porta 5058 del campo Porta SIP locale, come in figura. ip6060 SIP port

Per l’impostazione della porta locale del telefono, bisognerà entrare nella sezione Impostazioni – SIP e configurare la porta 5058 del campo Porta SIP locale, nella figura in basso a sinistra; secondo il firmware caricato sui telefoni, è possibile che i campi da riempire siano leggermente spostati come nella figura in basso a destra, ma il succo del discorso ovviamente non cambia.

ip6060 linea1 ip6060 linea2

 

Nella figura è possibile osservare la configurazione raccomandata per la priorità dei codec. Al primo posto consigliamo di impostare il codec lineare a 16 bit (L16.16) o il G.722, seguito dal G.711a ed infine il G.729. ip6060 linea3

Link al manuale di configurazione rapida.

Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura