Installazione e configurazione User Agent per Intrusione

Scaricare il setup VOIspeedIntrusionUASetup_v6xx.exe dalla propria area riservata del sito Teamsystem Communication. Installarlo seguendo le indicazioni del wizard ed avviarlo al termine della procedura.

 

All’avvio, lo User Agent cerca una periferica audio ogni 5 secondi: qualora si dovesse vedere il messaggio di errore qui a lato, la periferica non è correttamente individuata dal software. Dando per scontato che la periferica sia correttamente collegata al PC e funzioni correttamente, la prima cosa da fare è inserire il nome della periferica tra quelli predefiniti dello User Agent. Infatti affinchè lo user agent rilevi una periferica audio, deve trovare una corrispondenza con il nome assegnato dal driver audio alla periferica.

Recarsi dunque nella sezione Audio – Dispositivi

Nel campo Dispositivi Predefiniti inserire il nomedella propria periferica in una nuova riga. Il nome dev’essere preso della lista delle periferiche di riproduzione (vedi articolo precendente). Nel caso di nomi composti da più parole, può essere presa una sola delle parole chiave, ad es: “Audio Alta Definizione” può essere scritto semplicemente come “Alta”: in alcuni casi questa periferica in particolare viene descritta in inglese (high).
Selezionare nei campi Dispositivi Play e Rec la propria periferica (vedi qui a lato), poi premere Applica. A quel punto la periferica dovrebbe essere rilevata correttamente.
A questo punto ci si può spostare nella sezione SIP per registrarsi al PBX con il proprio account. Inserire dunque le informazioni richieste e premere applica e poi Login:
Server IP[:porta]: indirizzo IP del server VOIspeed (la porta SIP è opzionale, default 5060)
Domino: Dominio dell’azienda del PBX
User ID (Interno): numero d interno
User ID Autor/password autor: user name e password dell’utente VOIspeed.
Lo User Agent a questo punto è pronto per essere usato per le intrusioni: sulla propria GUI verrà mostrata la nuova icona  che indica che lo user agent è operativo.

Le intrusioni possono essere attivate dall’operatore sulle chiamate in corso che può vedere nella propria user area.

Altre Impostazioni

E’ possibile controllare i codec utilizzati dallo User Agent. Affinché l’intrusione possa avvenire con successo è necessario che la conversazione in cui si si intromette sia stata negoziata con almeno uno dei codec elencati. Non è possibile modificare la lista dei codec, anche se quelli presenti sono praticamente i più utilizzati in assoluto sia dai terminali che dai gateway ed operatori.
La sezione Audio – Play/Rec è intesa per scopi di debug in caso non fosse possibile udire il flusso audio dell’intrusione. Le barre colorate indicano l’attività audio per la verifica della presenza del flusso: per l’intrusione è presente solo il flusso/frame Ricevuto localmente).

 

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura