Configurazione Telefono IP Yealink T46G

È consigliabile configurare il Telefono IP Yealink T46G sempre tramite la funzione di autoprovisioning perché risulta più rapida ed assolutamente esente da errori.

Configurazione Telefono IP Yealink T46G

Il telefono IP Yealink T46G con le impostazioni di default, cerca automaticamente un server DHCP sulla rete durante il boot per ottenere un indirizzo IP valido. Per l’utilizzo dei telefoni con il Server VOIspeed si raccomanda la versione di Firmware 28.72.0.25.

CONFIGURAZIONE DEL TELEFONO

La configurazione si effettua via web, collegandosi con un browser all’indirizzo IP del telefono. Ricavare l’IP del telefono dal monitoraggio del server DHCP o direttamente dal telefono, premendo il softkey Menu (in basso a destra sotto il display) e accedendo alla sezione Status.

Una volta collegati via web, lo username e la password di default dell’amministratore sono entrambe settate al valore “admin”. Indichiamo nel seguito i parametri da modificare rispetto alla configurazione di default, facendo riferimento ad un generico utente del PBX VOIspeed con le seguenti credenziali di esempio:

username: 399
password: 3434343xyz!
interno: 399
indirizzo ip server VOIspeed: 192.168.0.220
dominio server VOIspeed: tuo_dominio.com

ACCOUNT -> REGISTER

Elenchiamo di seguito i parametri da modificare

Line Active: Enabled
Label: Tuo Nome (indifferente ai fini della registrazione)
Display Name: Tuo Nome (indifferente ai fini della registrazione)
Register Name: username dell’utente sul PBX VOIspeed (es: 399)
User Name: interno dell’utente sul PBX VOIspeed  (es. 399)
Password: password dell’utente sul PBX VOIspeed (es. 3434343xyz!)
Enable Outboud Proxy Server: Enabled
Outbound Proxy Server: indirizzo IP del PBX VOIspeed (es: 192.168.0.220)
Port: è la porta di ascolto SIP del PBX. Indicare:- 5060 per la piattaforma On Premises
– 5058 per la piattaforma Cloud
XXXX per la piattaforma UCloud
T46G account

NOTA: la porta di ascolto SIP in ambiente UCloud per i terminali SIP è diversa per ogni azienda. Quindi i campi in oggetto saranno secondo i casi, pertanto occorre consultare nelle impostazioni del PBX quale sia la propria porta. Collegarsi al menu Configurazione → Azienda e vedere nel riquadro Proprietà il valore del parametro Porta SIP.

SIP Server 1
Server Host: dominio del PBX VOIspeed (es. mio_dominio.com)1
Port: 5060
Server Expires: valore consigliato tra 60 e 120 (in secondi)
1 Attenzione: il nome di dominio, va inserito nel formato xxxxxxxx.yyyy (ad es: miazienda.pbx, company.biz, azienda.it, ecc).
Per VOIspeed 4 inserire l’indirizzo IP del server VOIspeed.

 

Dopo aver completato l’inserimento dei parametri indicati sopra, è necessario cliccare sul tasto Confirm. Se la registrazione è andata a buon fine, in alto si vedrà l’indicazione Registered.

ACCOUNT -> CODEC
In questa sezione è importante assicurarsi della presenza almeno del codec PCMA (G.711).
Per il resto è bene organizzare la lista dei codec in modo decrescente di qualità e, quindi, crescente in termini di ottimizzazione dell’utilizzo di banda.
Codecs T19P

ACCOUNT -> ADVANCED

In questa sezione è possibile configurare la modalità di invio dei toni DTMF da parte del telefono.
Utilizzare le impostazioni seguenti:DTMF Type: RFC2833
DTMF Payload Type:101
T46G advanced
FEATURES -> TRANSFER

In questa sezione è possibile configurare il comportamento del telefono alla pressione del tasto SW Transfer durante una chiamata in modod da modificarne il valore di default.

  • Blind Transfer: selezionando questa voce il comportamento di default del telefono sarà quello di avviare un trasferimento cieco verso il numero digitato dopo la pressione del tasto SW Transfer;
  • Attended Transfer: selezionando questa voce il comportamento di default del telefono sarà quello di avviare un trasferimento con supervisione verso il numero digitato dopo la pressione del tasto SW Transfer.
TransferMode Yealink
SETTINGS -> TIME&DATE

Per impostare automaticamente l’ora del telefono impostare i seguenti parametri:
Time Zone: +1 Italy(Rome)
Primary/Secondary server: inserire una URL pe run servdert NTP desiderato vicino (ad es: it.pool.ntp.org oeurope.pool.ntp.org)
Syncronism: indica ogni quanti secondi il telefono aggiorna il proprio orario: E’ consigliabile un valore elevato (ad es 1 giorno = 86400)
Date/Time Format: imposter il formato data/ora desiderato dall’utente

CLICK TO DIAL

Il telefono supporta nativamente il click to dial, ossia la possibilità di effettuare chiamate inviate dalla GUI degli utenti. Occorre però attivare la funzione nella configurazione dei terminali del PBX. Nella sezione Toolbox – Terminali, individuare lo user agent Yealink SIP-T46G 28.72.0.25 (è possibile anche cercare la stringa “yealink” nel campo “cerca” per individuare il terminale). Se lo user agent non fosse presente sarà necessario registrare il primo telefono. Dopo aver individuato lo user agent del telefono, entrare in modifica e abilitare la funzione “click to dial supportato“.

Yealink click to call

CONFIGURAZIONE TASTI BLF

Il telefono Yealink T46G dispone di 12 tasti linea uno dei quali è usato per l’account utente voispeed. I rimanenti 11 tasto possono essere usati per visualizzare lo stato degli interni del centralino e per effettuare chiamate in modo rapido. Per configurare un tasto BLF posizionarsi nel menu DSSKey.

T46G BLF

Non modifcare la prima riga della tabella (Line Key1) perché rappresenta la linea collegata al centralino. Partire quindi dalla seconda riga (Like Key2) ed impostare:
Label Lenght: Extended (permette di avere i tasti grafici con la descrizione più lunga)
Type: BLF
Value: interno dell’utente desiderato
Label: Nome di comodo del contatto
Extension: lasciare in bianco il campo

Il LED associato al pulsante indicherà lo stato dell’interno (la parte grafica rimane invece sempre fissa) in questa modalità:

spento: utente libero o spento
lampeggiante rosso: utente in squillo
rosso fisso: utente occupato

IMPORTAZIONE AUTOMATICA UTENTI CON SUONERIA PERSONALIZZATA

Attenzione: questa procedura, se intesa per differenziare le suonerie interne può essere evitata nella nuova versione 6.5.X per PBX, dato che ora è il centralino ad inviare ai terminali il tipo di chiamata (interna/esterna), mediante il metodo SIP alert-info. Per informazioni vedi l’articolo del KB.

E’ possibile importare nelle rubrica locale del telefono gli interni del centralino e specificare per essi una suoneria desiderata in modo che si possano distinguere le chiamate esterne da quelle interne. Seguire la seguente procedura:

  1. Entrare in amministrazione WEB del telefono
  2. Accedere alla sezione Directory/Local directory
  3. Cliccare sul tasto Import Csv come nell’immagine sotto:yealink-import rubrica
  4. Importare il file opportunamente modificato secondo il modello disponibile qui, personalizzando i campi display_name, office_number, ring e group_id_name
Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura