Configurazioni di sistema

Queste informazioni sono valide soltanto per la piattaforma On Premises.

Le impostazioni di Sistema, accessibili dal menu Impostazioni – Sistema, saranno visibili solo se si è super amministratore del PBX e non è stata selezionata alcuna azienda. In questa sezione è possibile configurare i parametri divisi in tre distinte sezioni: Rete, Diagnostica e Avanzate.

Di seguito i parametri delle diverse sezioni.

RETE

Realm E’ il Realm che identifica il centralino VOIspeed. Questo parametro viene utilizzato durante le transazioni SIP, per terminali e rotte WAN. Il valore è voispeed e non è modificabile.
User agent SIP Appare nelle transazioni SIP e identifica l’agente software (di norma non serve cambiarlo)
Porta RTP base E’ la prima porta (UDP) locale allocata per l’audio delle conversazioni SIP. Ogni conversazione utilizza una porta UDP; le conversazioni concorrenti alla prima saranno allocate sulle porte successive secondo uno schema di allocazione a multipli di tre (es: 5004, 5007, 5010 ecc.) per evitare l’utilizzo di servizi particolari di alcuni terminali.
Modalità risoluzione IP pubblico Specifica se il PBX ha un indirizzo IP pubblico dinamico o statico
URL risoluz. IP pubblico primaria Se modalità risoluzione IP pubblico è dinamica: URL principale per la risoluzione dell’IP dinamico. Valore di default: https://www.voispeed.com/myip.php
URL ris. IP pubblico secondaria Se modalità risoluzione IP pubblico è dinamica: URL secondaria per la risoluzione dell’IP dinamico
Indirizzo IP pubblico statico Se modalità risoluzione IP pubblico è statica: è l’indirizzo IP statico pubblico del PBX. Utile anche per forzare l’IP pubblico all’IP desiderato in caso di problemi con telefoni remoti e/o operatori VoIP
Modalità stealth attiva Se attivata, il PBX non risponde alle richieste SIP provenienti da mittenti sconosciuti. E’ fortemente consigliato attivare questa opzione per arginare il numero di attacchi informatici.

NOTA: la risoluzione dell’indirizzo IP pubblico è una funzione vitale per il PBX, soprattutto per l’utilizzo di operatori VoIP e terminali remoti: perciò, qualora il PBX non riesca a risolvere il proprio IP pubblico (consultare la sezione Monitoraggio Sistema), non funzioneranno più le registrazioni verso gli operatori VoIP. Per questo motivo è consigliabile impostare un URL secondario di fiducia per la risoluzione dell’IP pubblico anche tramite un semplice script php residente in un server web di fiducia. Dall’interrogazione di questo script il PBX si aspetta una semplice pagina di testo contenente solo l’indirizzo IP pubblico (come si può evincere facilmente digitando in un browser l’URL di default).
In alternativa, se l’IP pubblico del PBX fosse statico è possibile impostarlo staticamente cambiando la modalità di risoluzione a statico.

AVVERTENZA: non è ammesso l’uso di indirizzi IP di classe pubblica per terminali IP e PC della rete LAN locale, perché ciò crea inevitabilmente delle incongruenze per il funzionamento del PBX.

 DIAGNOSTICA

Verbosity dei log Indica il livello di dettaglio da utilizzare per i log testuali del PBX contenuti nella cartella \\log. Maggiore sarà il livello, maggiori saranno le informazioni contenute nel file. Il valore massimo (4) viene utilizzato tipicamente su richiesta del supporto tecnico per individuare problematiche che necessitano di un’attenta analisi, mentre abitualmente conviene lasciarlo sul livello 3.
Diagnostica abilitata Se selezionato, abilita la scrittura degli eventi nel DB e quindi nella sezione di Diagnostica avanzata, raggiungibile dal menu Toolbox.
Dump dei pacchetti In questa tabella è possibile decidere quale dettaglio di interfaccia visualizzare nei tracciati di diagnostica.
Si possono scegliere le diverse interfacce (GUI, SIP, WAN, HTML) e il tipo di evento: chiamata: traccia le chiamate, connessione: traccia le richieste di registrazione degli account).

 AVANZATE

Invia il clock da PBX Attiva il clock del PBX. Questa opzione sostituisce le precedenti: se attiva (default sì) il PBX sgancia un evento di Cron ogni 60 secondi alle applicazioni del configuratore che si sono sottoscritte al servizio di sincronizzazione. Disattivare soltanto se non si desidera l’invio di mail automatiche. Gli eventi di Cron possono essere visualizzati dal menu Toolbox – Log attività, impostando il filtro Azioni = Cron

 

2 Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura