Problemi di Eco sulle porte FXO dei gateway Patton

L’eco si crea comunemente sulle linee PSTN quando nella conversazione sono coinvolte linee analogiche. Per minimizzare questo fenomeno, a volte molto fastidioso, i gateway Patton SmartNode hanno un cancellatore d’eco integrato. Poiché funzionano in modo adattativo, solo l’eco realmente esistente viene cancellato. Il posto migliore per cancellare una eco è alle porte VoIP, tra la rete IP e la rete PSTN o PBX in cui si verifica. Pertanto, si raccomanda generalmente di attivare sempre il cancellatore d’eco (impostazione predefinita). Ci sono alcune altre condizioni in cui il cancellatore di eco non può riconoscere un segnale di eco, come tale, e quindi non può annullarlo. In queste condizioni, l’eco non può essere cancellato e rimane quindi percepibile:

  • L’eco è troppo forte
  • L’eco è ritardata oltre la finestra temporale del cancellatore d’eco (25ms negli SmartNodes). Le linee PSTN molto lunghe, che comportano ad esempio conversioni multiple da analogico a digitale, o collegamenti via satellite possono infatti avere un più lungo ritardo.
  • L’eco è distorta acusticamente. Un segnale distorto, non può essere riconosciuto come un’eco, perché non è una copia fedele del segnale vero.

Ecco alcune opzioni Web con cui è possibile tentare di ridurre o eliminare l’eco:

Menu Telefony / PSTN profiles / default profile
Abilitare Echo Canceler (default)
Hybrid Loss 9
Non-Linear Processor Mode [attivato] -> Adaptive
Output gain (Specifies the input gain from the PSTN) = 0
Input gain (Specifies the output gain towards the PSTN) = 0

NOTE: Output e Input gain controllano rispettivamente il volume del flusso in uscita dal Patton verso la linea telefonica e il volume del flusso opposto: a volte può essere necessario ridurli per abbassare l’eco, ma non è consigliabile scendere a valori inferiori a -15dB poiché potrebbe avere ripercusisoni negative sui volumi delle conversazioni ed anche sul riconoscimento dei toni al’lingresso dei risponditori.

Se l’eco di norma viene percepita nei terminali IP, iniziare ad abbassare l’output gain: ciò abbasserà anche la replica che torna indietro come eco; se ciò non dovesse bastare, fermarsi ad un valore di 115dB ed agire leggermente sul valore dell’input gain, ossia della voce inviata dal Patton verso il PBX: abbassando questo volume si attenuerà il volume generale del flusso degli interlocutori esterni ma anche delle repliche della propria eco.

Menu Telefony / VoIP Profiles / Profiles Default -> Voice
Soppressione silenzio impostato su “yes” su tutti i codec

Menu Telephony / VoIP Profiles / Profile default -> Dejitter Buffer
Mode = Adaptive
Voice = 20 ms

NOTE: in alcuni casi, per un risultato migliore, configurare il parametro mode su silence. Anche il valore della profonditàò del buffer (dejitter buffer) potrebbe variare da caso a caso: provare diversi valori ma non usare valori più alti di 100ms

Un eventuale rumore di fondo può essere causato invece dalla sensibilità del microfono del telefono: alcuni telefoni hanno i microfoni molto sensibili che raccolgono un sacco di rumore di fondo, oppure non sono direzionali abbastanza da catturare la voce del parlatore e invece raccolgono i rumori circostanti. Una regolazione del guadagno sui telefoni (se possibile) è spesso utile come pure una regolazione del guadagno sul Patton. Regolare invece entrambe le impostazioni di guadagno sul Patton e le impostazioni di guadagno sul telefono possono migliorare sensibilmente la qualità.

Altri fattori sono al di fuori della Patton, come ad esempio il ritardo della rete o pacchetti out-of-order. Un ping effettuato attraverso la rete può aiutare a identificare questo scenario se i tempi di ping sono elevati. L’utilizzo della banda è l’altro grande colpevole, e un grafico del traffico può individuare questo, per esempio, se c’è parecchio traffico potrebbe interferire con pacchetti voce se non è impostata alcuna policy QOS, che serve a dare priorità pacchetti voce oltre i dati.

Per maggiori informazioni consultare l’articolo originale di Patton (lingua inglese) a questo indirizzo.

Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura