Cambiamento inatteso IP/Porta sorgente

L’apparato remoto posto dietro NAT (terminale/gateway) all’intero della stessa sessione ha cambiato IP/Porta sorgente.

Se la durata delle sessioni NAT UDP è configurata correttamente, cioè maggiore del periodo di registrazione, ogni dispositivo invierà una richiesta prima della scadenza della sessione NAT che quindi non cambierà mai. Ogni dispositivo verrà visto arrivare permanentemente da una propria coppia IP pubblico:porta UDP. Se invece c’è un cambio frequente della porta sorgente è molto probabile che il router stia assegnando ogni volta una porta UDP diversa perché la sessione NAT usata in precedenza è già scaduta.

Potrebbe non valere il viceversa, cioè un router con delle sessioni NAT troppo corte potrebbe comunque riassegnare le stesse porte usate in precedenza, soprattutto se ogni dispositivo usa una porta SIP sorgente diversa. Quindi un cambio di porta frequente è sicuramente indice di un NAT configurato male, ma quest’ultimo non necessariamente potrebbe dare vita ad un cambio di porta.

Cause possibili:

  1. Durata delle sessioni NAT troppo brevi rispetto al periodo di registrazione dei terminali/gateway

Possibili soluzioni:

  1. Controllate che la durata delle sessioni NAT per il protocollo UDP sia di almeno 60 o 120 secondi, a seconda di quanto impostato sui terminali/gateway
Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura