Segnalazioni di errore del Centralino UCloud

La sezione Toolbox – Segnalazioni del PBX, è molto utile per diagnosticare problematiche, il più delle volte, legate alla propria connettività o di qualche terminale o UI mal configurati, altre volte legate agli operatori VoIP.

In questa sezione vengono mostrati gli avvenimenti anomali relativi alle diverse entità (utenti, gateway, UI) del centralino. Ogni nuovo evento presenta una data di inizio (primo avvenimento): se lo stesso evento dovesse ripresentarsi per la stessa entità, un contatore progressivo (Numero eventi) viene aggiornato riportando la data/ora dell’ultimo avvenimento (Ultimo avvenimento). In questa maniera gli eventi possono essere conteggiati a partire dalla prima fino all’ultima occorrenza. Se dunque in un range temporale relativamente breve, il numero di eventi è particolarmente elevato, la problematica può manifestarsi in modo macroscopico per gli utilizzatori del centralino.

Gli eventi monitorati sono i seguenti:

    • Timeout registrazione terminale o gateway: timeout nella registrazione dell’entità indicata.
    • Autenticazione dell’apparato fallita: credenziali errata per l’entità client indicata (gateway fisici, ed utenti)
    • Autenticazione verso il carrier fallita: credenziali errate per l’entità server indicata (operatori voip)
    • Apparato irraggiungibile: entità irraggiungibile. Ad esempio l’account VoIP configurato nel PBX ha bannato l’IP del server UCloud
    • Cambiamento inatteso IP/Porta sorgente: cambiamento della porta dell’entità durante la sessione corrente
    • Expire time dell’apparato troppo breve: tempo di registrazione troppo breve per l’entità indicata (minimo accettato 60 secondi)
    • Troppe richieste in chiaro dall’apparato: troppe ritrasmissioni provenienti dall’entità client indicata
    • Troppe richieste in chiaro da server: troppe ritrasmissioni del server verso l’entità indicata
    • Nessuna connessione SSE con la UI dell’utente: impossibile stabilire una connessione SSE per la UI dell’utente indicato
    • Perdita eccessiva di pacchetti dal gateway: un’eccessiva perdita di macchetti causa la mancanza di audio nella conversazione che ha interessato l’entità indicata (tipicamente un gateway)
    • Scadenza registrazione UI dell’utente: timeout della connessione della UI indicata
    • Scadenza sfida all’autenticazione dell’apparato: il terminale non ha risposto in tempo alla sfida del PBX per l’autenticazione

 

A seguito di interventi effettuati sulla propria rete o su un terminale, è possibile azzerare le statistiche eliminando il singolo evento, cliccando sull’icona del cestino corrispondente, o, agendo sulla bacchetta magica in alto, cancellando interi gruppi di segnalazioni come mostrato a lato

 

Tipologia di problematiche e segnalazioni

Pur non potendo elencare tutte le possibili problematiche (descritte puntualmente in questa pagina), daremo delle indicazioni di massima sul significato di queste segnalazioni.

Gli eventi di tipo autenticazione dell’apparato fallita indicano chiaramente un errore nelle credenziali di login.

Eventi di tipo timeout registrazione terminale o gateway indicano disconnessioni del login dell’entità indicata che non si è più fatta viva presso il PBX. Possono essere associati agli eventi di tipo troppe richieste in chiaro dall’apparato, che indicano che il PBX ha inviato troppe conferme alle richieste di REGISTER del terminale. Ciò indica che le conferme del PBX non arrivano al terminale il quale, non ricevendole, si ostina ad inviare sempre la stessa segnalazione che poi viene cestinata con l’esito di connection timeout. Questi fenomeni possono essere legati a configurazioni del NAT (di router o firewall) le cui sessioni sono troppo brevi rispetto al tempo di registrazione dell’entità indicata. In linea di principio è assolutamente necessario che la durata delle sessioni NAT sia uguale o superiore al minimo dei tempi di registrazione utilizzati da telefoni e gateway (il ns provisionig imposta questi tempi a 60 secondi).

Problemi del genere possono portare all’impossibilità di effettuare e ricevere chiamate con la classica sensazione che il centralino si sia “bloccato”: la verità è diversa: infatti riavviando il router/firewall la situazione torna spesso normale. Quindi occorre indagare sull’efficienza degli apparati attivi.

Questi eventi di timeout possono anche essere il sintomo di “buchi di connettività”, che possono essere innescati da problemi fisici sulla connettività dell’azienda, o da problemi di qualche apparato attivo come router e firewall. In questo caso occorre indagare sulla qualità della connessione insieme al proprio fornitore.

Eventi di tipo cambiamento inatteso IP/Porta sorgente, indicano che il router dal quale escono i terminali ha cambiato porta sorgente per l’entità indicata: di norma questo non costituisce un problema poiché i PBX insegue questo cambi di porta: tuttavia un cambio frequente di porta può indicare una configurazione errata del NAT ancora una volta con sessioni troppo brevi.

Eventi di tipo nessuna connessione SSE con la UI dell’utente, indicano l’impossibilità per la UI di effettuare una connessione con il server: tipicamente la responsabilità è del firewall che deve garantire la navigazione TCP sulle porte 3542 e la porta HTTP indicata nelle informazioni della propria azienda.

Eventi di tipo perdita eccessiva di pacchetti dal gateway, indica la mancanza di audio in una o entrambe le direzioni, legata ad impostazioni del NAT del router o ad una problematica di routing con l’operatore.

Quando allarmarsi

Eventi di ogni tipo possono sempre essere presenti in questa sezione, ma non per questo indicano necessariamente un problema precepito dagli utenti. La stessa navigazione internet infatti potrebbe avere numerosi problemi, ma l’utente non ne è consapevole finché la situazione non peggiora a tal punto che la connessione è “lenta”. Le segnalazioni di VOIspeed sono invece molto puntuali, a tal punto che la loro semplice presenza potrebbe portare a pensare ad un grosso problema. In realtà occorre innazi tutto ricevere le segnalazioni degli utenti e successivamente osservare il numero di eventi di ogni segnalazione: non esiste un numero di eventi giornaliero minimo al di sopra del quale si debba pensare ad un problema cronico e grave. Questo limite dipende infatti da troppi fattori come il numero di utenti attivi, il numero di chiamate effettuate, il grado di utilizzo della connettività. Certo è che se su 10 eventi con numerosità “bassa”, ne spiccassero un paio con numerosità di un ordine di grandezza superiore, dovremmo prendere in considerazione prima quelli, che potrebbero essere dei casi isolati e poi gli altri. Se tutti 10 gli eventi hanno numerosità simile ed elevata (diciamo almeno oltre la decina al giorno) ci si può preoccupare: per questo ogniqualvolta viene effettuata una manutenzione della rete interna varrebbe la pena annotare queste queste segnalazioni e poi azzerarle per avere idea dei risultati ottenuti.

Nessun commento

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi diventare rivenditore?

 

DiventaRivenditore

 

Diventare partner VOIspeed significa generare un nuovo business
grazie agli strumenti tecnici e commerciali messi a disposizione

Vuoi maggiori informazioni?

 

MaggioriInformazioni

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi o incontrare
un consulente specializzato per un preventivo su misura